Le terapie ablative ecoguidate dei tumori del fegato

Cos’č la laserterapia?
La laser terapia interstiziale induce la necrosi delle lesioni tumorali mediante l’azione di un laser che produce luce con una lunghezza d’onda nelle frquenze dell’infrarosso (Nd:YAG), veicolata da sottili (300 mm di diametro) fibre ottiche. La luce laser provoca la necrosi termica coagulativa mediante il suo assorbimento nel tessuto.

Come si svolge il trattamento?
Dopo un’anestesia locale, e sotto sedazione generale, vengono introdotti all’interno della lesione da trattare sotto guida ecografica un numero variabile di aghi sottili (da 1 a 4), all’interno dei quali vengono posizionate le sottili fibre ottiche che veicolano la luce laser; viene quindi emesso dal generatore il raggio laser che viene convogliato nella lesione dalle singole fibre; il trattamento viene suddiviso in due fasi di circa 6 minuti ciascuno, durante il quale le fibre vengono posizionate in aree diverse della lesione da trattare allo scopo di aumentare le dimensioni del volume di necrosi.

La laserterapia

Ecografia Interventistica terapeutica